1. Skip to Menu
  2. Skip to Content
  3. Skip to Footer>

Ultime news

Campionato Italiano Tropea 2010

Ultimo aggiornamento Mercoledì 06 Luglio 2011 18:22

Scritto da Pino Naim

13 Luglio 2010

L’A.S. MEDICI REGGIO CALABRIA TERZA AL CAMPIONATO ITALIANO MEDICI

Fallita di un soffio l’ennesima finale al massimo torneo nazionale di categoria
disputatosi a Parghelia (VV) dal 28 giugno al 3 luglio 2010

Tropea_2010
In piedi (da sx): Mister D'Agostino, Salvatore, Melito, De Leo, Lapa, Crocè, Galletta, Romeo Peppe, Cassone, Mauro, Cerbino, Laurendi
Accosciati: Laganà, Naim, Ditto, Praticò, Flesca, Lamberti, Meliadò, Brancati,
Polimeni, De Stefano, Romeo Massimo

 

Dopo il trionfo tricolore dell’anno scorso a Licata, ci è mancato davvero poco perchè l’A.S. Medici Reggio Calabria si riconfermasse Campione d’Italia Medici a Parghelia (Vibo V.) dove si è appena concluso il massimo torneo nazionale di categoria:   la squadra reggina ha infatti fallito di un soffio l’ennesima finale nazionale e sarebbe stata l’ottava in dieci edizioni del campionato! Rimane comunque un bel terzo posto che è sempre un ottimo risultato e che conferma la competitività e la continuità della squadra dei medici reggini ad altissimi livelli.

Nei gironi preliminari la squadra reggina parte subito col piede giusto battendo di misura, per 2-1, la compagine dei colleghi della Brianza. Dopo avere subito una rete su punizione la squadra reagisce alla grande ribaltando il risultato grazie ad una doppietta del sorprendente Giampa Lamberti, improvvisatosi attaccante in area avversaria. Nella seconda gara, contro i Medici di Roma, l’avvio è soft ed il primo tempo è praticamente regalato ai colleghi della capitale che addirittura vanno in vantaggio; nella ripresa, finalmente, lo scossone che porta alla rimonta amaranto fino al 3-1 finale con reti, nell’ordine, di Sigi Mauro su rigore, poi ancora dello stesso Mauro ed infine di Peppe Romeo che beffa, in contropiede, il portiere romano. Si arriva così alla terza ed ultima gara del girone preliminare dove la nostra squadra è a punteggio pieno per cui le è sufficiente un pareggio contro i colleghi di Firenze per mantenere il primo posto nel girone: e finisce proprio in parità (1-1) una gara tranquilla, con rete da fuori area di Ciccio Lapa ed immediato pari fiorentino su calcio di rigore concesso magnanimamente dal direttore di gara.

Nei quarti di finale il tabellone ci mette contro i cugini silani del Cosenza, squadra tosta e molto cresciuta negli ultimi anni. E nel primo tempo è infatti una partita intensa e molto equilibrata, con due lampi improvvisi a metà tempo, la splendida rete di testa dei cosentini e l’immediato pari in mischia di Giampa Lamberti (ancora lui in versione centravanti). Nella ripresa la nostra squadra  prende in mano la partita imponendo il gioco con grande autorità fino a sovrastare l’avversario e disputando una delle frazioni di partita più belle degli ultimi anni: arrivano così tante occasioni da rete e due splendidi goals ad opera prima di Gianluca Melito di testa e poi, proprio nel finale, di Ciccio Lapa che, in contropiede, con un gran tiro fissa il risultato finale sul 3-1. Siamo in semifinale e l’entusiasmo sale rapidamente: l’obbiettivo minimo è stato raggiunto ed ora si punta direttamente all’ennesima finale, che sarebbe l’ottava in dieci edizioni (!), anche se il compito si presenta arduo visto l’avversario, i medici della Brianza, che appare fortissimo, con nuovi elementi tutti giovani e molto dotati tecnicamente. Insomma Reggio Calabria contro Brianza, in pratica il meglio di tutto il torneo e sicuramente una finale anticipata ma, purtroppo, per gli intrecci del tabellone, una delle due andrà fuori. Ed infatti è una partita molto dura e difficile con i brianzoli che prevalgono nel possesso palla ed esercitano un certo predominio territoriale ma i medici reggini non si scompongono, pungono in contropiede ed all’improvviso passano in vantaggio con Sigi Mauro, che batte il portiere Franchi con una grande punizione da fuori area, e poco dopo sfiorano addirittura il raddoppio con un’azione che vede Peppe Romeo e lo stesso Mauro fallire in modo quasi clamoroso una rete che sembrava già fatta. Dopo questa fiammata amaranto, ecco la reazione della squadra avversaria che prende il sopravvento ma è solo un susseguirsi di punizioni da fuori area senza grossi pericoli per il nostro portiere Nino Salvatore.

Nella ripresa Brianza trova il pareggio con una splendida rete in semirovesciata del suo giocatore più dotato tecnicamente ma, pochi minuti dopo e quando mancano soli 13 minuti alla fine, Gianluca Melito riporta in vantaggio la nostra squadra con una zampata in area su traversone dalla sinistra. Sembra fatta ma, ad appena tre minuti dal termine della gara, su splendida e perfetta punizione da fuori area, fischiata per un fallo ingenuo di Santo Praticò, Brianza agguanta il 2-2. E proprio all’ultimo respiro Danilo Galletta, di testa da pochi metri, alza sopra la traversa e a portiere battuto il pallone della vittoria. Nei tempi supplementari ci si gioca il tutto per tutto ma sono gli episodi a condannare la nostra squadra: a pochi minuti dalla fine Gianluca Melito, inserendosi in area tra portiere e difensore, colpisce clamorosamente la traversa e, poco dopo, altra punizione da fuori area per Brianza ed altra perfetta trasformazione che non lascia scampo al nostro pur bravissimo portiere Salvatore e fissa il risultato finale sul 3-2 che porta in finale Brianza. Per la nostra squadra grande delusione e la consapevolezza che gli episodi sono stati sfavorevoli anche se va ammessa la grande forza della squadra dei medici brianzoli che nel complesso si è dimostrata un tantino superiore alla squadra reggina ed ha quindi meritato l’accesso alla finale.

Nella finale per il terzo posto ci tocca Firenze che, nell’altra semifinale, era stata superata dalla sorpresa Taranto (che poi, nella finale, sarà battuta nettamente da Brianza). La gara è equilibrata, senza grandi motivazioni perché, ovviamente, si avverte ancora la delusione per lo sfortunato esito della semifinale e con scarsissime occasioni da rete da entrambe le parti per cui si arriva al termine sullo 0-0. Anche i tempi supplementari non dicono nulla con le due squadre ormai stanche e scariche. Si decide tutto pertanto ai calci di rigore dove i nostri rigoristi (nell’ordine Enzo Laurendi, Michele Brancati e Gianluca Melito) risultano cecchini infallibili, mentre dall’altra parte i fiorentini sbagliano tre penalty su tre: finisce così 3-0 e con il terzo posto per la nostra squadra che pur non vincendo, prosegue nella sua tradizione che la vede sempre e comunque sul podio.

Sponsor Ufficiale

Logo_Mangiatorella

Organigramma

Fondatori

dr. Giuseppe Naim
dr. Domenico Saladino

Dott. Domenico Saladino (Fondatore)


Presidente Onorario

Dott. Rosario Cassone (Presidente Onorario)

dr. Rosario Cassone

Presidente

Dott_Giuseppe_Naim_Presidente3

dr. Giuseppe Naim

Segretario

Dott_Francesco_Battaglia_Segretario

dr. Francesco Battaglia

Tesoriere

Dott_Francesco_Polimeni_Consigliere

dr. Francesco Polimeni

Consiglieri

Dott_Antonio_Carbone_Consigliere

dr. Antonio Carbone

Dott_Giuseppe_Ielo_Consigliere

dr. Giuseppe Ielo

Referente giovani

Dott_Rosario_Cassone_Rappr_giovani_

dr. Rosario Cassone

 


Logo-campionati-internazion

Campione
del Mondo

Jesolo (VE) 1992

Campione d'Europa

Salerno 1995



campionati-italia

Campione d'Italia

Pistoia 1999
Copanello (CZ) 2000
Licata (AG) 2009
Ragusa 2012
S. Teresa Gallura (SS) 2018



Logo-Coppa-Italia

Coppa Italia

Lugano 2007
Cosenza 2009
Paola (CS) 2014 



Parkinson-cup

Parkinson Cup

Verbania 2006
Reggio Calabria 2007
Reggio Calabria 2008