1. Skip to Menu
  2. Skip to Content
  3. Skip to Footer>

Ultime news

Lettera Naim per 1000^ partita

Ultimo aggiornamento Sabato 27 Giugno 2015 16:36

Scritto da Pino Naim

27 Novembre 2010

Lettera aperta di Pino Naim alla squadra
nella ricorrenza della sua 1000^ partita

 

Naim_PinoNaim_Pino_1000  

dalla partita n° 1  (21.11.1976) ......... 

......... alla partita n° 1000  (27.11.2010) 

 

 

 

1000_Naim_spogliatoioSabato 27.11.2010 a Villa San Giovanni, in occasione del derby contro l’Ordine dei Medici per la 6^ giornata di andata del Torneo Interprofessionale, ho disputato la 1000^ partita con la mia meravigliosa squadra dei medici, un traguardo ai limiti dell’impossibile, una cifra pazzesca, mostruosa ma reale e vera… E la squadra ha voluto celebrare degnamente questa bellissima ricorrenza festeggiandomi nello spogliatoio prima della partita e donandomi una splendida targa d’argento: un momento intimo, coinvolgente ed indimenticabile, che mi ha commosso fino alle lacrime e che resterà per sempre tra i miei ricordi più belli. Ma un’altra cosa mi ha sorpreso e commosso e cioè la presenza di alcuni carissimi e grandi ex giocatori della squadra che, sapendo della mia importante ricorrenza, non sono voluti mancare, venendo appositivamente per starmi vicino e felicitarsi con me.

1000_Naim_targaQuello che provo in questo momento non è una semplice sensazione ma un insieme di sensazioni, un cumulo di ricordi, di pensieri, di emozioni, un miscuglio di sentimenti. Il traguardo è incredibile ma è incredibile anche il destino che ha fatto coincidere questa grandissima e per me prestigiosa ricorrenza con il 34° anno della fondazione dell’A.S. Medici Reggio Calabria il che significa avere toccato questo fantastico traguardo in 34 anni vissuti anche al servizio della squadra, prima come fondatore, poi come organizzatore, presidente e giocatore, 34 anni vissuti con dedizione, con trasporto, con passione, con entusiasmo e gioia, 34 anni di sport, e quindi anche di vita, in cui ho condiviso con tutti gli altri, assieme alla nostra graduale crescita dal punto di vista umano e professionale, anche i valori più belli dello sport quali la lealtà, l’affetto e l’amicizia e tutte le gioie ed i successi che hanno contraddistinto la storia del nostro club ed anche alcune grandi delusioni che non possono non esistere quando si fa dello sport e che però sono importanti per cementare ulteriormente l’unità e lo spirito di gruppo che costituiscono le basi indispensabili per la solidità di un club e, quindi, per ogni affermazione sportiva.

Vi assicuro che ci sono stati anche dei momenti veramente bui e che, almeno in due occasioni, a cavallo tra il 1990 ed il 1991, dopo il primo mondiale di Jesolo, pur finito per noi con il titolo di vicecampioni del mondo, e nel 1996, proprio nell’anno del nostro ventennale, ho seriamente pensato di chiudere con il club per stanchezza, delusione, amarezza, rabbia e quant’altro. Per fortuna sono sempre riuscito a superare questi difficilissimi momenti di crisi e l’orgoglio e l’amore per questa squadra sono stati determinanti e meno male perché, altrimenti, non sarebbe mai giunto questo momento così bello e significativo dal punto di vista personale.

E così il 2010 è un anno che resterà incancellabile nei miei ricordi: prima, lo scorso 22 maggio, il raggiungimento del 400° gol segnato (ora sono già 406), altro grande traguardo che la squadra ha voluto ricordare e festeggiare degnamente, ed ora, a distanza di sei mesi, la storica 1000^ partita che significa praticamente 30 partite all’anno per tutti i 34 anni di vita della squadra, un traguardo che non avrei mai pensato di poter raggiungere anche per via di una grave tendinosi che, qualche anno addietro, mi aveva fatto pensare di dover smettere e che invece, mettendoci tanta volontà, impegno e determinazione, sono riuscito a sconfiggere in pochi mesi ed a tornare a giocare. 

1000_Naim_festa1000 partite, ed oltre 400 reti realizzate, mi portano a tante riflessioni ma vorrei che alcune riflessioni le facessero anche gli altri, soprattutto quei ragazzi della squadra che hanno nei loro piedi le sorti del nostro amato club ma che, per poter far sì che il club abbia in futuro e che si possa arrivare a festeggiare anche il 40° e poi, perché no,  anche il 50° anniversario in modo da poter vedere i  nostri figli al nostro posto sui campi da calcio con indosso la prestigiosa maglia dei medici, debbono avere certamente nelle gambe, ma anche e soprattutto nelle testa e nel cuore, quella spinta emotiva che sta alla base del concetto di squadra. A tutti, ma in modo particolare ai più giovani, mi permetto ed anzi ho il dovere di ricordare che il calcio è un gioco di squadra e pertanto bisogna pensare come 1000_Naim_tortagruppo e non solo per sé stessi, e quindi essere sempre ben disposti anche a fare qualche piccolo sacrificio se questo è utile alla squadra. E quanto più si fanno sacrifici, dedicando tempo e passione a qualcosa in cui si crede, tanto più si avranno soddisfazioni, e la considerazione, l’ammirazione ed il rispetto nei nostri confronti da parte delle altre squadre, che sicuramente ci invidiano per l’organizzazione e per il nostro inimitabile palmares, costituiscono poi quel propellente che consente di trovare dentro di sé sempre nuove risorse per poter continuare ad impegnarsi con rinnovato stimolo per nuovi traguardi.

E proprio ai giovani della squadra voglio ricordare ancora che questi miei records personali di goals e di presenze testimoniano come nello sport, anche quando non ci sono grandi basi tecniche ed atletiche, si possono comunque raggiungere numeri superiori alla propria portata ed al proprio livello, se si mettono in campo tanti altri ingredienti come l’impegno, l’abnegazione, l’umiltà di saper conoscere e riconoscere i propri limiti, la voglia di andare oltre e migliorarsi sempre, il tutto condito dalla passione per quel meraviglioso giocattolo che è la nostra squadra, della quale non finisco mai di essere orgoglioso.

Oltre che vivere assieme a tutti voi questo bellissimo momento, desidero ed anzi sento anche il dovere di condividere questo mio significativo e storico traguardo sicuramente con tutti quelli che fanno parte della rosa attuale della squadra ma anche con tutti gli altri e cioè con quelli che, in epoche diverse, hanno vissuto con me e scritto insieme a me le pagine più belle ed esaltanti della storia del club. Vi abbraccio tutti e vi ringrazio tutti indistintamente perché, senza di voi, non avrei mai potuto raggiungere questo incredibile traguardo.

Ma, in questa particolare occasione, desidero ricordare con grande affetto e commozione anche alcune persone che non ci sono più ma che hanno avuto un ruolo importante nella storia ultratrentennale del club. Prima di tutto Mimmo Saladino, assieme a me artefice della fondazione della squadra e senza di cui forse l’A.S. Medici Reggio Calabria non sarebbe mai esistita, poi il nostro indimenticabile Vicepresidente, Ottavio Misefari, ed infine tre giocatori, Pippo Morabito, Nuccio Surace e Nino Lo Presti, che hanno contribuito a scrivere pagine indelebili nella storia di questo club. Ebbene proprio a loro, a questi cari amici che non ci sono più, sento di dedicare questo mio fantastico traguardo perché, se l’ho raggiunto, è stato un poco anche merito loro. Grazie a tutti…

                                                                                                                         

                                                                                                                              Pino Naim

Sponsor Ufficiale

Logo_Mangiatorella

Organigramma

Fondatori

Dott. Giuseppe Naim
Dott. Domenico Saladino

Dott. Domenico Saladino (Fondatore)


Presidente Onorario

Dott. Rosario Cassone (Presidente Onorario)

Dott. Rosario Cassone

Presidente

Dott_Giuseppe_Naim_Presidente3

Dott. Giuseppe Naim

Segretario

Dott_Francesco_Battaglia_Segretario

Dott. Francesco Battaglia

Tesoriere

Dott_Francesco_Polimeni_Consigliere

Dott. Francesco Polimeni

Consiglieri

Dott_Antonio_Carbone_Consigliere

Dott. Antonio Carbone

Dott_Giuseppe_Ielo_Consigliere

Dott. Giuseppe Ielo

Referente giovani

Dott_Rosario_Cassone_Rappr_giovani_

Dott. Rosario Cassone

 

Allenatore

Antonio_Musumeci_Allenatore

Sig. Antonio Musumeci

 

 


Logo-campionati-internazion

Campione
del Mondo

Jesolo (VE) 1992

Campione d'Europa

Salerno 1995



campionati-italia

Campione d'Italia

Pistoia 1999
Copanello (CZ) 2000
Licata (AG) 2009
Ragusa 2012
S. Teresa Gallura (SS) 2018



Logo-Coppa-Italia

Coppa Italia

Lugano 2007
Cosenza 2009
Paola (CS) 2014 



Parkinson-cup

Parkinson Cup

Verbania 2006
Reggio Calabria 2007
Reggio Calabria 2008