1. Skip to Menu
  2. Skip to Content
  3. Skip to Footer>

Ultime news

Consiglio direttivo

Logo-AS-MEDICI-RCL'A.S. MEDICI REGGIO CALABRIA, fondata dal Dott. Domenico Saladino e dal Dott. Giuseppe Naim nel 1976, si è strutturata ufficialmente come Associazione sportiva dilettantistica con atto costitutivo del 8 luglio 2009. La riunione costitutiva si è tenuta presso la sede sociale dell'Associazione, sita in Reggio Calabria, via Enotria 95/D, e ad essa hanno partecipato i signori: Naim Giuseppe, Meliadò Giuseppe, D'Agostino Sebastiano, Polimeni Francesco, Romeo Giuseppe, Flesca Manlio, Crocè Francesco, Cerbino Salvatore e De Stefano Pasquale. I presenti hanno nominato a presiedere tale riunione costitutiva Naim Giuseppe, il qule a sua volta ha nominato Romeo Giuseppe come segretario. Naim legge lo statuto che, dopo ampia discussione e relative modifiche, viene approvato all'unanimità. Lo statuto, conforme alle leggi dello Stato, recependo le recenti normative legislative, stabilisce in particolare che l'adesione all'Associazione è libera, che il suo funzionamento è basato sulla volontà democraticamente espressa dai soci, che le cariche sociali sono elettive e che è assolutamente escluso ogni scopo di lucro e che, in caso di scioglimento dell'Associazione, i beni comuni saranno destinati a finalità di pubblica utilità, così come previsto dal D.L. n° 460/97. Per le specifiche attività dell'Associazione si rimanda allo statuto, allegato al verbale di costituzione. Si pone comunque l'accento sull'attività di solidarietà e beneficenza che è e sarà preminente in tutte le manifestazioni che l'Associazione andrà a promuovere.

Alla fine del mese di giugno 2011, nel corso di una assemblea ordinaria dei soci tenutasi a Valencia durante il Campionato Italiano di calcio medici, il Presidente Naim, nel prendere atto del fatto che ben quattro dei sette componenti del Consiglio Direttivo in carica si sono dimessi o non possono più mantenere il loro incarico per varie cause, comunica che il Consiglio Direttivo va considerato sciolto e che sarà indetta, dopo la pausa estiva, un'Assemblea straordinaria dei soci per l'elezione di un nuovo Consiglio Direttivo.

L'Assemblea straordinaria viene indetta, pertanto, per le ore 21 di martedi 27 settembre 2011 presso il ristorante Boccaccio di Cannitello di Villa San Giovanni e, nel corso di essa, si decide all'unanimità di ridurre da sette a cinque il numero dei componenti del nuovo Direttivo e vengono accolte favorevolmente le candidature di 5 soci: Naim, Meliadò, Polimeni, Crocè e Romeo Giuseppe.

Nel corso poi del 1° Consiglio Direttivo del nuovo corso, tenutosi presso la sede sociale in data 4 ottobre 2011, vengono assegnate le cariche che sono tutte conferme, con Naim Presidente, Meliadò Vicepresidente e Romeo segretario, mentre Crocè e Polimeni sono gli altri due consiglieri. Oltre alle cariche istituzionali, si decide anche di cooptare Cerbino quale "saggio" e di dare a Lapa l'incarico di "referente" per i soci messinesi che costituiscono ormai una colonia importante e rappresentativa all'interno del club, mentre Flesca è confermato "delegato" del Presidente in seno al Consiglio Direttivo dell'Associazione Nazionale Medici Calcio.

In data 3 giugno 2012 il socio Giuseppe Romeo, per motivi personali, rassegna irrevocabilmente le sue dimissioni dalla carica di Segretario e dal Consiglio Direttivo. Il suo posto, all'interno del CD, viene occupato da Francesco Lapa, già referente per i soci di Messina, mentre la carica di Segretario, in una successiva riunione del CD tenutasi a Reggio Calabria il 26 novembre 2012, viene assegnata a Franco Crocè.

Nel corso della riunione del Consiglio Direttivo tenutasi a Reggio Calabria il 24 ottobre 2013, presso la sede sociale, il Vicepresidente Meliadò rassegna irrevocabilmente le sue dimissioni, confermando le intenzioni già espresse nella precedente riunione del 16 settembre, mentre il CD decide all'unanimità di rinviare ogni decisione per un eventuale rimpasto dello stesso ad un'assemblea dei soci da convocare nel corso dell'imminente Coppa Italia Medici di Assisi. Nel corso di tale assemblea, tenutasi nella tarda serata di sabato 2 novembre presso la sala congressi dell'Hotel Cenacolo di S. Maria degli Angeli, oltre a Meliadò anche Lapa rassegna le sue dimissioni per cui, in sostituzione dei due dimissionari, vengono accettate all'unanimità le candidature di Rosario Cassone, in rappresentanza delle giovani leve, e di Giuseppe Laganà.

Nel Consiglio Direttivo successivo, tenutosi presso la sede sociale mercoledì 20 novembre 2013, viene pertanto ratificata e verbalizzata l'entrata in Direttivo dei due nuovi Rosario Cassone e Giuseppe Laganà e vengono quindi assegnate le cariche: Naim è confermato Presidente, Crocè diventa Vicepresidente ed a Polimeni viene dato l'incarico di Segretario. A margine del CD, Lapa avrà comunque il ruolo molto importante di referente per i soci di Messina mentre Cerbino mantiene il ruolo da anni ricoperto di saggio del club.  

Ecco pertanto il nuovo organigramma dell'A.S. Medici Reggio Calabria in carica per il quadriennio 2013-2017:

 

Presidente
Dott_Giuseppe_Naim_Presidente3
Dr. Giuseppe Naim
                                                                                                                         
Segretario
Dott_Francesco_Battaglia_Segretario
Dr. Francesco Battaglia

Tesoriere
Dott_Francesco_Polimeni_Consigliere
Dr. Francesco Polimeni

Consiglieri
Dott_Antonio_Carbone_Consigliere
Dr. Antonio Carbone
Dott_Giuseppe_Ielo_Consigliere
Dr. Giuseppe Ielo

 Referente giovani
Dott_Rosario_Cassone_Rappr_giovani_
Dr. Rosario Cassone

 
 
 
 

 
 
 
Logo_regolamento1REGOLAMENTO INTERNOLogo_regolamento2
 
 
 
 

Articolo 1

La rosa dell’A.S. Medici Reggio Calabria dev’essere composta da almeno 25 giocatori, numero ritenuto indispensabile per affrontare tutta l’attività sportiva che il club si propone di svolgere nella stagione.

Articolo 2

E’ un dovere per tutti i giocatori della rosa la partecipazione al maggior numero di partite nel corso dell’anno per favorire l’unione del gruppo, il compito dell’allenatore e la competitività della squadra nonchè per facilitare l’organizzazione.

Articolo 3

La quota sociale annuale è di 300 € mentre i soci più giovani, specializzandi o ancora senza occupazione, pagano una quota ridotta pari a 200 €. La stessa quota sociale di 200 € è a carico di quei soci residenti fuori per motivi di studio o di lavoro i quali, pur non in possesso del borsone con relativo abbigliamento sportivo, restano inseriti  nella rosa della squadra avendo, così, la possibilità di partecipare all’attività sportiva del club quando sono disponibili. La suddetta quota deve essere saldata improrogabilmente entro il 31 gennaio: chi non dovesse risultare in regola dopo questa data non potrà giocare fino a quando non avrà provveduto a saldare l’intera quota annuale dovuta.

Articolo 4

Ogni componente della rosa ha in dotazione un borsone, una tuta, le varie divise da gioco sia per la stagione invernale che per quella estiva, una sottomaglia ed una polo, il tutto marchiato “MANGIATORELLA”, il nostro sponsor ufficiale che, a partire dal 2014, esibisce il proprio marchio su tutto il materiale sportivo. Questo investimento da parte di un marchio così prestigioso è la prova della stima e della credibilità che il nostro club ha conquistato negli anni con la perfetta organizzazione, la serietà, l’impegno ed i risultati sportivi e non, tutti fattori che hanno permesso alla nostra Associazione Sportiva di costruirsi e di mantenere negli anni un’immagine positiva e vincente. Pertanto, è giusta regola avere la massima cura del materiale in dotazione ed è obbligatorio esibire in ogni occasione, quindi anche nelle partite amichevoli, la divisa completa di pantaloncini e calzettoni. Inoltre, è a totale carico del socio lo smarrimento del materiale sportivo e l’eventuale danno arrecato allo stesso per inappropriato lavaggio o errata manutenzione.

Articolo 5

La tuta è obbligatoria in alcune manifestazioni ufficiali mentre, per le amichevoli, non c’è l’obbligo di indossarla. E’ invece assolutamente vietato, oltre che scorretto nei confronti dello sponsor, e non potrà quindi essere tollerato, presentarsi al campo indossando una tuta diversa da quella ufficiale. La polo è riservata alle occasioni più importanti ed ai vari Tornei Nazionali dove va indossata obbligatoriamente nei momenti di gruppo (pasti, riunioni ufficiali, premiazioni, ecc.): la non osservanza di questa regola comporterà una sanzione ratificata dal Consiglio Direttivo.

Articolo 6

In relazione al calendario dell’attività, che viene con largo anticipo pubblicato nell’apposita pagina del sito del club e poi tempestivamente ricordato per ogni evento mediante sms, è obbligatorio dare di volta in volta la propria adesione, o comunicare l’eventuale indisponibilità, entro 48 ore con un semplice sms di risposta. I giocatori che dovessero dare la loro adesione in ritardo e comunque oltre il termine ultimo comunicato con sms, non saranno convocati per la partita. Per quelli che invece omettessero di rispondere del tutto il Consiglio Direttivo potrà decidere sanzioni. E’ inoltre un dovere presentarsi al campo con la massima puntualità, per rispetto all’organizzazione, ai compagni di squadra ed all’allenatore che deve fare la formazione ma ha anche il diritto di farla con calma e di far concentrare la squadra nello spogliatoio prima della partita.
Articolo 7


Quando, dopo avere dato la propria adesione, si è impossibilitati a presentarsi alla partita causa impegni sopraggiunti, bisogna avvertire in ogni caso, anche in extremis, almeno con una telefonata. Il mancato rispetto di questa basilare regola di civile comportamento potrà comportare sanzioni disciplinari decise dal Consiglio Direttivo.

Articolo 8

Sono assolutamente vietati comportamenti che dovessero danneggiare l’immagine del club. Pertanto, coloro che dovessero tenere in campo o fuori da esso comportamenti scorretti, sleali o particolarmente violenti e comunque lesivi per la reputazione del club, saranno puniti con gravi sanzioni decise dal Consiglio Direttivo. Sarebbe comunque opportuno ricordare che, al di là delle sanzioni, il rispetto di queste fondamentali e semplici regole di condotta è segno di buona educazione e di rispetto nei confronti dei compagni di squadra, del Presidente e di tutto il Consiglio Direttivo che lavora con umiltà e grande dedizione, spendendoci tanto tempo, per l’organizzazione.

Articolo 9

Il Consiglio Direttivo si impegna ad organizzare riunioni ricreative da svolgersi presso la sede sociale nell’ottica di promuovere la sede come luogo non solo di rappresentanza ma, piuttosto, di ritrovo e di aggregazione per i soci.

Articolo 10

Coloro che si occupano dell’organizzazione e della gestione della squadra operano nell’esclusivo interesse del club, si impegnano per tutto il gruppo, non perseguono interessi personali nè hanno  vantaggi economici rispetto agli altri soci: pertanto ogni decisione su qualsivoglia problema sorto nella conduzione dell’Associazione spetta solamente al Consiglio Direttivo ed è insindacabile.

Articolo 11

Il presente regolamento è stato voluto, stilato e deliberato all’unanimità da tutto il Consiglio Direttivo ed ha valore fino a quando lo stesso non dovesse essere modificato. Pertanto ogni associato ha l’obbligo di leggerlo con la massima attenzione in quanto non saranno ammesse deroghe fin dalla settimana successiva alla sua pubblicazione sul sito. Il socio che non dovesse essere d’accordo con questo regolamento e non avesse intenzione di rispettarne le regole, può rinunciare a fare parte del club e consegnare in sede tutto il materiale che gli è stato fornito.

 

 Reggio Calabria, 10 ottobre 2019

                                                                                                                                                                Il Consiglio Direttivo

 

 

 


Logo-calcio1  ABBIGLIAMENTO SPORTIVO

 

 
DIVISE INVERNALI
   
Invernale1_Amaranto_Onze Amaranto
Onze 
 Invernale2_Barcellona_Errea Barcellona
Errea
 
Invernale3_Argentina_Errea Argentina
Errea
   
DIVISE ESTIVE
   
Estiva1_Amaranto_Errea Amaranto
Errea
 Estiva2_Bianco_amaranto_Onze_calz._Mass

Biancamaranto
Onze
(calzettoni Mass)

 

 Estiva3_Azzurra_Onze_calz._Mass Azzurra
Onze
(calzettoni Mass) 
 
 

 

Sponsor Ufficiale

Logo_Mangiatorella

Organigramma

Fondatori

dr. Giuseppe Naim
dr. Domenico Saladino

Dott. Domenico Saladino (Fondatore)


Presidente Onorario

Dott. Rosario Cassone (Presidente Onorario)

dr. Rosario Cassone

Presidente

Dott_Giuseppe_Naim_Presidente3

dr. Giuseppe Naim

Segretario

Dott_Francesco_Battaglia_Segretario

dr. Francesco Battaglia

Tesoriere

Dott_Francesco_Polimeni_Consigliere

dr. Francesco Polimeni

Consiglieri

Dott_Antonio_Carbone_Consigliere

dr. Antonio Carbone

Dott_Giuseppe_Ielo_Consigliere

dr. Giuseppe Ielo

Referente giovani

Dott_Rosario_Cassone_Rappr_giovani_

dr. Rosario Cassone